Home OPERAZIONE TRASPARENZA: gli stipendi in Cgil
Martedì 29 Settembre 2015 12:15

OPERAZIONE TRASPARENZA: gli stipendi della CGIL

 

E’ in atto da tempo una campagna tesa a indebolire e, se possibile, screditare il sindacato. Un’azione in cui si mescolano luoghi comuni,semplificazioni di comodo di posizioni più articolate, senza rinunciare a vere e proprie falsificazioni. In particolare si è tentato di rappresentare una “casta”sindacale con privilegi e stipendi che non corrispondono per nulla alla realtà. La Cgil, che non ha scheletri nell’armadio, non ha nessuna difficoltà nel dar conto delle sue retribuzioni interne, dal punto più alto fino alle strutture provinciali. Ecco in sintesi quali sono gli stipendi netti (considerando una tassazione Irpef media) previsti dal nostro regolamento: Segretaria generale Susanna Camusso 3.850 euro mensili; segretari nazionali Cgil 2.800 euro; segretari generali regionali 2.290 euro; segretario generale di categoria territoriale 1.650 euro; responsabile Ufficio Inca territoriale 1.700 euro mensili; operatore ufficio Inca territoriale 1.350 euro mensili. Considerando le difficoltà contrattuali di gran parte dei lavoratori gli stipendi in Cgil non subiscono aumenti da 6 anni. Gli straordinari non sono retribuiti perché rientrano nell’etica del lavoro sindacale Tanto per dare qualche elemento di raffronto un consigliere regionale piemontese, senza considerare indennità varie, funzioni di commissione e altro, al mesedi aprile del 2014 aveva in busta paga, al netto, più del doppio del segretario generale nazionale della Cgil che, ovviamente, gode della retribuzione più alta prevista dal regolamento. Ovviamente siamo in grado di soddisfare gli increduli attraverso la visione diretta delle nostre buste paga. OPERAZIONE TRASPARENZA

senza rinunciare a vere e

proprie falsificazioni.

In particolare si è tentato di

rappresentare una “casta”

sindacale con privilegi e

stipendi che non corrispondono

per nulla alla realtà.

La Cgil, che non ha scheletri

nell’armadio, non ha nessuna

difficoltà nel dar conto

delle sue retribuzioni interne,

dal punto più alto fino alle

strutture provinciali.

Ecco in sintesi quali sono

gli stipendi netti (considerando

una tassazione Irpef

media) previsti dal nostro

regolamento:

Segretaria generale Susanna

Camusso 3.850 euro

mensili; segretari nazionali

Cgil 2.800 euro; segretari

generali regionali 2.290

euro; segretario generale di

categoria territoriale 1.650

euro; responsabile Ufficio

Inca territoriale 1.700 euro

mensili; operatore ufficio

Inca territoriale 1.350 euro

mensili.

Considerando le difficoltà

contrattuali di gran parte

dei lavoratori gli stipendi in

Cgil non subiscono aumenti

da 6 anni.

Gli straordinari non sono

retribuiti perché rientrano

nell’etica del lavoro sindacale

Tanto per dare qualche

elemento di raffronto un

consigliere regionale piemontese,

senza considerare

indennità varie, funzioni di

commissione e altro, al mese

di aprile del 2014 aveva in

busta paga, al netto, più del

doppio del segretario generale

nazionale della Cgil

che, ovviamente, gode della

retribuzione più alta prevista

dal regolamento.

Ovviamente siamo in grado

di soddisfare gli increduli

attraverso la visione diretta

delle nostre buste paga.